I pro ei contro del tessuto di ciniglia

A cosa serve il tessuto di ciniglia?

Se stai pensando di ridipingere la tua casa, ti starai chiedendo quale tessuto di ciniglia . Continua a leggere per scoprire i pro ei contro di questo materiale. Questo tessuto può essere sia bello che resistente. In questo articolo, discuteremo i pro ei contro del tessuto di ciniglia, oltre ad alcuni dei suoi vantaggi e svantaggi. Sarai meglio attrezzato per prendere una decisione saggia quando scegli un tessuto di ciniglia per la tua casa.

Cos’è il tessuto di ciniglia?

Il tessuto in ciniglia è una scelta popolare tra i proprietari di case per la sua morbidezza e durata. Questo tipo di tessuto è disponibile in un’ampia gamma di colori, il che lo rende una scelta eccellente per una varietà di applicazioni, dai mobili per la casa all’abbigliamento. È spesso associato a stile, eleganza e durata. Il processo di produzione del tessuto di ciniglia è intricato e complicato. Per questo motivo, dovresti scegliere il tessuto giusto per il tuo progetto.

tessuto di ciniglia
tessuto di ciniglia

Nonostante il suo basso costo, il tessuto di ciniglia ha molti usi, inclusi cuscini, tappeti e tappezzeria. Originariamente utilizzata per gli scialli, la ciniglia è popolare per copriletti, cuscini e tappeti. A differenza di altri tipi di tessuti, la ciniglia è estremamente morbida e offre un drappeggio incredibilmente lussuoso. La sua texture unica è perfetta anche per la decorazione. Si presta anche a tappeti da parete a parete.

La ciniglia è un tessuto composto da diversi tipi di fibre, tra cui rayon e poliestere. Oltre al cotone, può essere realizzato con fibre di seta, rayon e poliestere. Un metodo comune per la produzione di ciniglia consiste nell’avvolgere brevi tratti di filo attorno a un’anima, facendo sì che i bordi si trovino ad angolo retto rispetto al centro del tessuto. La morbidezza della ciniglia la rende una scelta popolare per l’abbigliamento e viene spesso utilizzata al posto del velluto in giacche e cardigan. Oltre alla morbidezza, la ciniglia è anche facile da cucire. Per la ciniglia lavorata a maglia, puoi cucire un punto a zig-zag o un ago elasticizzato, a seconda del tessuto.

Un tessuto di ciniglia ha una superficie sfocata unica, che viene spesso descritta come una reminiscenza delle creature pelose che si trovano in natura. Chenille prende il nome dalla parola francese per bruco, che si riferisce alla superficie sfocata del tessuto. Sebbene il tessuto di ciniglia sia in circolazione da centinaia di anni, è stato modernizzato da nuove tecniche e dall’introduzione del nylon. Allora, cos’è il tessuto di ciniglia?

Di cosa è fatta la ciniglia?

Se sei interessato ai vantaggi del tessuto di ciniglia, continua a leggere! Questo tessuto morbido e sfocato è realizzato intrecciando filati o materiali corti su fili di tessuto. La ciniglia è spesso chiamata il velluto del povero, ed è un ottimo tessuto per fare le trapunte. La ciniglia è realizzata in cotone, seta, lana di rayon o poliestere. Questo materiale unico è incredibilmente morbido e può essere utilizzato in una varietà di applicazioni, dalla trapuntatura alla decorazione domestica.

Il primo materiale di ciniglia conosciuto è stato creato da Alexander Buchanan, che poi lo ha utilizzato per realizzare tappeti. Questo processo è stato successivamente brevettato da James Templeton. Chenille prende il nome dal bruco che gli conferisce il suo aspetto sfocato. Questo perché il tessuto è composto da fili appositamente accatastati che imitano l’esterno del bruco. Sebbene sia originario della Francia, è diventato uno dei tipi di tessuto più popolari oggi sul mercato.

I vantaggi del tessuto da rivestimento in ciniglia includono morbidezza, durata e durata. Tuttavia, questo tessuto dovrebbe essere tenuto lontano dalle aree ad alto traffico, poiché si consumerà rapidamente se lo posizioni nel posto sbagliato. Ad esempio, è meglio utilizzare la tappezzeria in ciniglia nelle camere da letto, nei salotti o nelle camere da letto in cui è improbabile che gli animali domestici si graffino o mordano. La sua durata, tuttavia, non ha eguali a qualsiasi cosa tu possa trovare in una casa di lusso.

I vantaggi dell’utilizzo del tessuto di ciniglia

Uno degli aspetti più attraenti del tessuto di ciniglia è la sua lucentezza . La luce si riflette sulla sua superficie irregolare, creando un luccichio iridescente che cattura la luce. La ciniglia vanta anche un eccellente drappeggio e un’incredibile ritenzione del calore. Oltre alla sua lucentezza, la ciniglia ha una serie di altri vantaggi. È estremamente morbido e confortevole. Che tu stia facendo la spesa per una casa o preparando una cena festiva, questo tessuto è una scelta elegante.

Sebbene il tessuto di ciniglia sia resistente, richiede cure speciali. A differenza di altri tessuti, si sbiadisce facilmente e non è adatto per stanze con animali domestici. Inoltre, è difficile da pulire, quindi è l’ideale solo per determinate stanze o spazi. Tuttavia, anche questi svantaggi sono compensati dalla sua vasta gamma di scelte di colore. Se stai arredando una stanza con bambini o animali domestici, evita del tutto il tessuto di ciniglia.

Il morbido pile di un tessuto di ciniglia lo rende perfetto per l’uso quotidiano. Resiste al pilling e alle rughe, rendendolo una scelta popolare per le case che non hanno bisogno di essere eccessivamente lussuose. La durabilità della ciniglia lo rende ideale anche per i mobili che devono mantenere la sua lucentezza. La ciniglia è realizzata con una varietà di filati, tra cui lana e seta, il che la rende la scelta ideale per le case che si sforzano di essere chic, ma non troppo soffocanti.

I contro dell’utilizzo del tessuto di ciniglia

Il tessuto in ciniglia è ottimo per tappeti e tappeti, ma non è un tessuto sostenibile se non realizzato in cotone biologico. Ciò significa che le fibre vengono facilmente danneggiate dal sole e perdono pelo e colore. Peggio ancora, sembreranno irregolari dopo alcuni anni. Se stai pensando di acquistare ciniglia per una stanza con finestre, ecco alcune cose da tenere a mente.

La ciniglia non è facile da pulire e dovresti asciugarla in piano o stenderla. Evitare di strizzare il tessuto; potresti allungarlo irrimediabilmente. Inoltre, dovresti evitare il lavaggio in lavatrice perché il materiale si allungherà e si restringerà. Se hai bisogno di lavarlo in lavatrice, assicurati di utilizzare il ciclo delicato e asciugalo a fuoco basso. Dopo averlo lavato, adagialo e assicurati che sia completamente piatto.

I contro dell’utilizzo del tessuto di ciniglia : La ciniglia è un materiale difficile da curare e non mantiene il colore a lungo. Sebbene la ciniglia sia morbida e lussuosa, è anche più difficile da pulire rispetto a molti tessuti. Anche se vale comunque la pena investire in ciniglia per la tua casa, tieni presente i suoi contro e scegli un tessuto diverso, se possibile.

Storia del tessuto di ciniglia

L’invenzione delle macchine da cucire ha reso il tessuto di ciniglia un tessuto conveniente e versatile per una varietà di prodotti, compresi i copriletti. Le teste della macchina formavano due fili di ciniglia direttamente sulle bobine, facilitando il processo. Giesse fu tra le prime a produrre queste macchine, che avevano più di cinquanta teste e 100 mandrini. Questo processo industriale alla fine ha portato alla produzione di tessuti di ciniglia di alta qualità, che sono diventati popolari per l’abbigliamento e altri prodotti per l’arredamento della casa.

Il tessuto di ciniglia è stato inventato in Scozia nel 1830 da Alexander Buchanan . Ha lavorato in una fabbrica di tessuti industriale e ha sviluppato un metodo per produrre grandi quantità di tessuto di ciniglia. Buchanan ha venduto il tessuto come scialli pelosi. Era realizzato con ciuffi di filato di lana intrecciati su tessuto per coperte. Le strisce sono state poi riscaldate da rulli per produrre l’effetto crespo, creando il materiale che oggi conosciamo come tessuto di ciniglia. Successivamente, la tecnica fu perfezionata da James Templeton, che la perfezionò e sviluppò la lavorazione dei tappeti tuftati. Questo prodotto era di gran lunga superiore ai tappeti orientali tessuti a mano e fu un successo immediato nell’industria tessile.

La ciniglia è stata prodotta in Europa per secoli, ma solo nel XX secolo ha guadagnato popolarità. Negli anni ’30 divenne un materiale popolare per gli articoli per la casa e su tappeti e copriletti furono utilizzate versioni robuste di filato di ciniglia. Il tessuto è diventato più commercialmente valido per l’uso sugli indumenti durante gli anni ’70. Negli ultimi anni sono stati sviluppati standard per la produzione di ciniglia. Esiste persino una Chenille International Manufacturers Association, che lavora per standardizzare il processo di produzione.

Come prendersi cura e pulire il tessuto di ciniglia?

Se possiedi un divano in ciniglia, ti starai chiedendo come pulirlo e prendersene cura. Il tessuto in ciniglia è una scelta popolare per la sua morbidezza e durata. Sebbene questo materiale non sia l’ideale per l’uso quotidiano, è perfetto per l’arredamento della casa. Se adeguatamente curata, la ciniglia rimarrà come nuova di zecca per molti anni a venire. Tuttavia, richiede cure speciali.

Il modo più comune per pulire la ciniglia è lavarla a mano e appenderla ad asciugare. Questo metodo aiuta ad evitare il restringimento, poiché questo materiale tende a cambiare colore quando la luce lo colpisce da diverse angolazioni. È anche importante evitare l’uso di acqua calda durante la pulizia della ciniglia poiché la farà restringere. L’uso di un asciugacapelli impostato a fuoco basso può anche aiutarti ad asciugare i tuoi capi di ciniglia.

Per pulire il rivestimento in ciniglia, assicurati di lasciarlo completamente asciutto prima di riutilizzarlo. La ciniglia bagnata trasferirà la tintura ad altri articoli e tessuti. Se la macchia è abbastanza grande, potrebbe essere necessario assumere un addetto alle pulizie professionale. È anche meglio pulire il rivestimento in modo professionale se ci sono molte macchie o sporco. L’uso di una spazzola per il lavaggio a secco aiuterà anche a sbarazzarsi dei punti ostinati che potrebbero essere difficili da rimuovere.