Tessuto in ecopelle – Tutto quello che volevi sapere

La bellezza del tessuto in ecopelle

Vi siete mai chiesti cosa sia il tessuto in ecopelle ? Di cosa è fatto? Quali sono i suoi vantaggi? Continua a leggere per scoprire queste domande, insieme ai pro e ai contro dell’utilizzo di questo tipo di tessuto in casa.

Rimarrai stupito di quanto puoi risparmiare utilizzando questo tipo di tessuto al posto della vera pelle. Puoi anche acquistare questo tipo di tessuto a prezzi da grossista. Oltre ai prezzi al dettaglio, puoi trovare anche tessuti per tappezzeria in vinile ecopelle a prezzi all’ingrosso.

Cos’è il tessuto in ecopelle?

Se ti sei mai chiesto cosa sia il tessuto in ecopelle, probabilmente ti sei posto la stessa domanda: “Come è fatto?” La risposta è nella chimica dei polimeri, ed è un prodotto relativamente nuovo sul mercato. Tuttavia, è già diventato una specie di cult preferito. Per capire perché l’ecopelle è diventata così popolare negli ultimi anni, è utile guardare la sua storia.

tessuto in ecopelle
tessuto in ecopelle

Quando vedi una giacca di pelle o un divano, probabilmente ti starai chiedendo come è fatto. È realizzato rivestendo un supporto con un materiale plastico e questo strato ha lo scopo di assomigliare alla trama e ai grani della vera pelle. In alternativa, può essere realizzato con un tessuto a maglia interlock elastico o una miscela di cotone/poliestere. La principale differenza tra vera pelle ed ecopelle è la sua elasticità.

La differenza tra vera pelle e tessuto in ecopelle è che la prima è realizzata con materiali sintetici, mentre la seconda è basata su parti di animali. Sebbene anche l’ecopelle sia realizzata in plastica, non è del tutto vegana e non contiene parti di animali. Il tipo di ecopelle a base plastica è solitamente realizzato in vinile (PVC), mentre l’altro tipo è in cloruro di polivinile (PVC). Questi materiali sono durevoli, resistenti alle macchie e impermeabili.

I vantaggi dell’ecopelle sono molti e i suoi vantaggi rispetto alla vera pelle sono notevoli. La finta pelle è più economica della vera pelle ed è molto resistente. Non si screpola, non si sbuccia ed è resistente ai raggi UV e alle macchie. Può anche essere facilmente cucito, rispetto alla vera pelle, che mantiene l’umidità e la lucentezza per anni. Tuttavia, non è facile da pulire come la vera pelle. Inoltre non è resistente come la vera pelle e non si allunga e non respira. Lo svantaggio è che non è resistente come la vera pelle e non è resistente allo strappo o alla perforazione come la vera pelle.

Di cosa è fatta l’ecopelle?

Di cosa è fatto il tessuto in ecopelle? È un materiale artificiale che ha un aspetto simile alla vera pelle, ma è molto più economico e di facile manutenzione. È disponibile in vari colori e finiture ed è generalmente impermeabile, consentendone l’utilizzo in un’ampia gamma di applicazioni. Tuttavia, non è resistente come la vera pelle e non dovrebbe essere lasciato in acqua perché inizierà a marcire. La maggior parte delle finte pelli sono composte da una base tessile rivestita con un materiale plastico.

La plastica utilizzata nella produzione dell’ecopelle è tipicamente il poliuretano (PU) o il cloruro di polivinile (PVC). Queste due sostanze sono simili ad altre plastiche. Sono stati sviluppati negli anni ’30 e durante la guerra erano popolari in varie applicazioni industriali. Alcuni storici ritengono che le finte pelli possano risalire al XV secolo, ma i tentativi cinesi di produrle non hanno raggiunto dimensioni significative. L’avvento della plastica a base di petrolio ha consentito la produzione di massa.

Sebbene siano ora disponibili molti tipi di pelle sintetica, ci sono ancora diverse cose che distinguono l’ecopelle dalla vera pelle. Uno di questi è il suo colore. Puoi scegliere tra qualsiasi colore desideri, dal nero al marrone. La pelle sintetica vinilica è un materiale che esiste dagli anni ’40 ed è ancora utilizzato per interni e scarpe di automobili. Il poliuretano è una scelta molto migliore per la tappezzeria poiché è traspirante e non trattiene l’umidità.

I vantaggi dell’utilizzo del tessuto in ecopelle

A differenza della pelle pieno fiore, l’ecopelle è altamente resistente alle macchie e di facile manutenzione. Può essere pulito o igienizzato con un detersivo per piatti delicato. Asciugando le macchie si rimuove lo sporco o il liquido rimanente. Evitare l’uso di spugne o pagliette perché possono corrodere il tessuto. Una volta pulito, il tessuto deve essere lasciato asciugare naturalmente. Se rimane una macchia, è necessario utilizzare un panno morbido in microfibra per lucidarla, che preserva la morbida consistenza dell’ecopelle. Un altro vantaggio dell’ecopelle è il suo basso costo.

È notevolmente più economico della vera pelle. In effetti, puoi ottenere una vasta gamma di stili e colori a una frazione del prezzo della vera pelle. È un’opzione migliore per tappezzeria e mobili che saranno soggetti a traffico intenso. La qualità ecologica dell’ecopelle lo rende una scelta eccellente per le aree ad alto traffico, come gli interni delle auto. La finta pelle resiste bene anche sotto le intemperie e può essere utilizzata per progetti commerciali.

Un altro vantaggio dell’ecopelle è che è fatto di plastica riciclabile. A differenza di PU e PVC , il silicone utilizza elementi costitutivi più puliti. Il processo di produzione dell’ecopelle consuma meno energia rispetto ai tessuti rivestiti. È un processo di colata in una stazione e non produce inquinanti atmosferici. A differenza di altri materiali, il silicone non emette fumi o odori nocivi. A differenza di PU e PVC, il silicone non provoca reazioni allergiche o altri effetti collaterali.

I contro dell’utilizzo del tessuto in ecopelle

I vantaggi dell’utilizzo di mobili in finta pelle includono il suo basso costo. Il materiale è realizzato in poliestere e cotone e molti produttori producono i loro prodotti in Cina, dove il governo comunista è notoriamente permissivo sui diritti umani. Il processo di produzione è anche rispettoso dell’ambiente e utilizza meno energia, il che significa meno spreco di acqua e meno inquinamento atmosferico. Tuttavia, se sei preoccupato per l’impatto ambientale negativo dell’ecopelle, ci sono alcune cose che dovresti tenere a mente prima di decidere di acquistarla.

Nonostante il suo basso costo, il tessuto in ecopelle è resistente e non si strappa facilmente. Il materiale è anche resistente alle macchie e non sbiadisce alla luce del sole, a differenza della vera pelle. A parte la sua durata, l’ecopelle è facile da pulire e non trattiene l’umidità. È anche resistente allo sbiadimento e non mostra segni di ago facilmente come la vera pelle. Tuttavia, i contro dell’utilizzo dell’ecopelle superano i vantaggi di questo materiale.

Uno dei principali vantaggi dell’ecopelle rispetto alla vera pelle è la sua versatilità. Puoi scegliere tra un’ampia gamma di colori e non dovrai preoccuparti di abbinare la pelle al resto del tuo arredamento. Oltre ad essere più conveniente della pelle naturale, il tessuto in ecopelle è traspirante ed ecologico. Ma è importante ricordare che i vantaggi superano i contro. Alla fine, l’ecopelle può essere il tessuto più alla moda, perché è economico ed ecologico.

Storia del tessuto in ecopelle

La storia dei tessuti in ecopelle inizia negli anni ’50, quando DuPont iniziò a sintetizzare il vinile. Il chimico tedesco Eugen Baumann aveva originariamente inventato il PVC, ma non è stato raffinato per creare un materiale simile al tessuto. Dopo la seconda guerra mondiale, il PVC è stato ulteriormente sviluppato e ha gradualmente trovato applicazioni in tutti i tipi di abbigliamento, automobili e accessori. Oggi il PVC è una delle forme più comuni di ecopelle. Inizialmente, la finta pelle era conosciuta come Presstoff.

Questo tessuto, di origine tedesca, si diffuse in Germania durante la seconda guerra mondiale, quando le scorte di vera pelle erano limitate. Poiché era facile da adattare, il materiale è stato razionato. La sostanza è stata prodotta separando chimicamente le fibre di cellulosa dal legno e da altre colture. Era usato per borse e cinturini binoculari, ma non era appropriato per l’uso nelle calzature.

Sebbene il processo per realizzare l’ecopelle differisca da un’azienda manifatturiera all’altra, questi tessuti condividono molte caratteristiche di base. Il primo passo è la scelta di un tessuto di base. Il tessuto dovrebbe essere poroso. Il secondo passaggio è la legatura del PVC al tessuto di base. Infine, il tessuto viene tagliato nella forma desiderata. In alcuni casi, viene utilizzata una combinazione di entrambi i metodi per produrre una superficie simile alla pelle. Ma può essere difficile farlo bene la prima volta.

Come prendersi cura e pulire il tessuto in ecopelle?

Quando pulisci il tuo tessuto in ecopelle, assicurati di seguire le seguenti linee guida: non usare mai materiali abrasivi per strofinarlo. Invece, usa un panno morbido con movimenti circolari. Puoi anche usare un detergente delicato come detersivo per piatti o shampoo per bambini. Non lasciare a lungo la soluzione detergente sul tessuto; questo può causarne la rottura. È inoltre importante evitare l’uso di panni abrasivi perché possono lasciare segni.

Per lavare i tuoi capi in ecopelle, usa acqua fredda. Lavare sempre al rovescio e posizionarlo su una gruccia resistente. Quindi, appendi i pantaloni o le giacche ad asciugare. Questa operazione potrebbe richiedere diverse ore. Per accelerare il processo, utilizzare un panno in microfibra. Durante il risciacquo, puoi ammorbidire il capo con olio d’oliva, olio di cocco o olio per bambini. Se stai lavando a mano, ricorda di non aggiungere ammorbidente o ammorbidente.

Per le macchie minori, utilizzare aceto bianco distillato. Il livello di acido nell’aceto taglierà la macchia. Puoi spruzzare il tessuto con la soluzione o usare un flacone spray. Se hai una macchia difficile da rimuovere con la sola acqua, applica una piccola quantità di aceto sulla macchia e asciugala. Quindi, puliscilo con un panno in microfibra pulito e asciutto.